“Gli accordi dell’anima”, opera seconda del 41enne rodigino Luca B. (Greta Edizioni). 

Chi, almeno una volta nella vita, non ha usato un aforisma per allietare la sua giornata, per cogliere lo spunto per meditare sulle proprie cose? Ecco: Luca concentra nel suo ultimo libro una serie di aforismi sull’amore e sulla vita, raccogliendoli in quattro sezioni, in modo tale che ognuno possa scegliere quella a lui più congeniale, e poi, magari, scorrere anche le altre, per ritrovare il tempo con se stesso, a volte dimenticato dalla frenesia della vita quotidiana. Per leggerlo, basta lasciarsi andare per perdersi tra le righe ed i pensieri, accompagnati dalle illustrazioni dedicate al maestro dell’introspezione, René Magritte. Come dichiara lo stesso autore, scrivere è “un bisogno, un piacere, una necessità che mi aiuta ad affrontare il quotidiano. Senza questa dimensione passionale e fantastica la vita non sarebbe la stessa”. E’ il chiaro segno di una differente sensibilità che riesce a cogliere gli aspetti più profondi del proprio vissuto e di ciò che lo circonda. Luca B. nasce a Rovigo il 21 aprile 1972. Nel 2006 inizia a scrivere aforismi, poesie e pensieri come necessità personale, allo scopo di comprendere al meglio la propria interiorità e come propensione alla condivisione. Scrivere e leggere di se stesso lo aiuta a trasformare le sue più intime sensazioni in semplici parole che messe assieme esprimano concetti sulla profonda complessità della vita. A settembre 2011, quasi per scherzo, scrive un testo e partecipa ad un concorso on line “In linea con la poesia” arrivando tra i finalisti. La sua poesia assieme ad altre tre, viene poi pubblicata nell’antologia Viaggi di versi, successivamente anche presentata alla fiera del libro di Roma nel 2012. Nello stesso anno pubblica Semplici pensieri di vita, la sua prima raccolta di scritti, che riscuote un immediato ed importante consenso. La forma con cui riesce ad esprimere le proprie emozioni è di facile comprensione, le letture sono generalmente molto brevi, scorrevoli e d’impatto immediato. “L’esigenza di scrivere – spiega l’autore – nasce principalmente dal bisogno di sfogare e di comprendere quelle sensazioni profonde che lo spirito continua ad esprimere. La voglia di mettere nero su bianco le emozioni diviene, poco a poco, una necessità quotidiana, senza la quale la vita sembrerebbe spoglia, solo così si potrà raggiungere una sorta di equilibrio interiore che permetterà di convivere con la parte più intima di se stessi”.

La-Voce-di-Rovigo